Pasta con pesto di rucola, robiola e pomodorini caramellati. La legge dei contrasti.

“Due colori adiacenti, vengono percepiti dall’occhio in modo diverso da come sono realmente.” (Michele Eugene Chevreul, 1786-1889, chimico francese, tra l’altro inventore delle margarine, autore del famoso cerchio cromatico). La legge dei contrasti simultanei stabilisce in pratica che due colori complementari (rosso-verde, giallo-viola, blu-arancio), ossia quelli che si trovano in posizioni opposte nel cerchio, si rafforzano a vicenda, aumentando la loro luminosità. Accostati appaiono come sono in realtà, al contrario quelli adiacenti nel cerchio cromatico appaiono falsati. Questa legge si può applicare, romanticamente, a molti aspetti della vita di tutti i giorni. La classica giornata di sole dopo un lungo periodo di freddo e pioggia, è apprezzata e amata da tutti. Il caldo prolungato di questi giorni è il nemico mortale da combattere. Insomma la storia della quiete dopo la tempesta. Dopo un pò la quiete muta, si trasforma in noia, perde la sua vera essenza.

Nel semplice piatto che vi presento, questa apparente semplice legge è rispettata in pieno. Sia nei colori che nel sapore. Il verde e l’amaro della rucola, il rosso e il dolce dei pomodorini caramellati. Un’ altalena di sapori consolante. Dopo ogni boccone amaro, la nota dolce è esaltata e ricercata. Chi si ostina a preferire i piatti amari e salati, a quelli dolci, rischia di rimanere segregato in una piccola parte del cerchio dei sapori e dei colori che la natura mette a disposizione, appiattendo e sciupando così anche i loro gusti preferiti.

Per 350 gr. di pasta (4 persone):

  • 400 gr. di pomodorini dolci (io ho usato i datterini)
  • due cucchiaini di zucchero
  • sale e olio quanto basta

   per il pesto

  • 80 gr. di rucola
  • un cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • una manciata di pinoli o mandorle pelate
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 100 gr. di robiola

Lavare e asciugare i pomodorini, tagliarli a metà, privarli dei semi, condirli con sale, olio e zucchero. Porli in una teglia, in un unico strato e farli asciugare nel forno a 95° per una cinquantina di minuti. Spegnere il forno e lasciarli raffreddare all’ interno dello stesso con lo sportello socchiuso.

Preparare il pesto ponendo gli ingredienti nel mixer o usando il frullatore ad immersione.

Amalgamare il pesto con la robiola, condire la pasta in un piatto da portata e aggiungere, mescolando delicatamente, i pomodorini caramellati. Decorare con alcune foglie di rucola fresca.

Buon appetito! (che poi non si dice, si offende il cuoco!)

Annunci

6 thoughts on “Pasta con pesto di rucola, robiola e pomodorini caramellati. La legge dei contrasti.

Esprimiti pure

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...