L’usurpatore chapati con vitello marinato, peperoni, cipolla e salsa allo yogurt.

E’ sempre sorprendente scoprire come il semplice composto di acqua e farina possa assumere forme e usi così diversi tra loro. Il chapati è un tipico pane indiano, piatto e cotto su una pentola di ferro chiamata tawa, fatto con farina integrale, acqua e sale. A differenza di sua cugina, la più famosa pita, è senza lievito. L’acqua nell’impasto, grazie al calore, si trasforma in vapore formando tante bollicine e a volte gonfiando l’intero pane, creando così una tasca che può essere farcita. Va servito caldo, perchè raffreddandosi perde la sua consistenza diventando gommoso (io lo mangio anche freddo). Di solito accompagna piatti di legumi o verdure speziate, ma, dato che è facilmente piegabile, ho deciso di usarlo al posto della pita per avvolgere delle succulenti fettine di vitello tagliate a striscioline. La facile e veloce preparazione del chapati lo rende un ottimo sostituto del pane nei giorni in cui tutti i negozi sono chiusi, i vicini sono in vacanza, e noi abbiamo un’improvvisa voglia di fare la scarpetta nel piatto.

Per 5 chapati di 18- 20 cm di diametro:

  • 300 gr. di farina 00
  • 100 gr. di farina manitoba (non avevo quella integrale, ma il risultato è stato eccellente)
  • acqua quanto basta (a me sono bastati circa 180 ml)
  • un cucchiaino di sale

Setacciare la farina, unire il sale e l’acqua e impastare fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo, umido ma non appiccicoso.

Dividerlo in 5 palline, della grandezza di un uovo, e stenderle con il matterello su una spianatoia, leggermente  infarinata , dandogli forma circolare.

Cuocerli per pochi minuti, uno alla volta, su una padella antiaderente (o piastra elettrica), possibilmente dal fondo spesso, preriscaldata, a fuoco medio alto. Rigirarli per 4-5 volte. Tolti dalla piastra impilarli uno sull’altro e coprirli con un canovaccio per tenerli al caldo. Servire caldi.

Per 5 chapati ripieni:

  • 400 gr. di fettine magre di vitello (o di più se si preferisce più carne)
  • 3 peperoni medi
  • 1 cipolla media
  • 250 gr. di yogurt greco intero
  • erbette miste per la marinatura della carne (rosmarino, origano, timo, salvia, alloro, prezzemolo, ginepro)
  • olio extravergine di oliva quanto basta
  • uno spicchio d’aglio
  • succo di limone
  • sale quanto basta
  • qualche foglia di lattuga
  • prezzemolo fresco tritato

Mettere a marinare la carne nel succo di limone diluito con un pò d’acqua, le erbette e 3-4 cucchiai di olio. Conservare in frigo per minimo un’ora. Ciò conferirà morbidezza e sapore alla carne.

Lavare i peperoni, togliere i filamenti bianchi interni, tagliarli a striscioline e farli soffriggere con un pò d’olio e la cipolla tagliata a fettine. Aggiungere un pò d’acqua e far terminare la cottura con un coperchio.

Preparare la salsa mescolando allo yogurt un filo d’olio, un pizzico di sale, qualche goccia di limone, lo spicchio d’aglio e prezzemolo tritato grossolanamente. Far insaporire in frigo.

A questo punto preparare i chapati.

Una volta pronti i chapati, togliere le fettine di carne dal frigo e farle cuocere su una piastra elettrica o in una padella antiaderente, preriscaldata, per pochissimi minuti, girandole una sola volta. Aggiungere il sale e tagliare a stiscioline.

Farcire i chapati adagiando al centro di essi, una o due foglie di lattuga, la carne, i peperoni e la salsa allo yogurt. Arrotolarli, avvolgendoli in un triangolo di carta forno e servire il più possibile caldi.

Insomma bisogna essere fast, very fast!

 

बॉन एपेतीत !!

Annunci

3 thoughts on “L’usurpatore chapati con vitello marinato, peperoni, cipolla e salsa allo yogurt.

  1. nelle nostre fredde serate invernali……questa ricetta ci aprirà la mente, il cuore nonchè la bocca!!!!!!complimenti per il blog

  2. adoro lo yogurt in cucina,complimenti bella ricetta,io ne facevo una simile ma al posto del vitello usavo salmone speziato in un mix di spezie cajun

Esprimiti pure

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...