Patate novelle alla mediterranea. Banalità.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Patate, cipolla e pomodoro. Quando si propone una ricetta, una delle domande più assillanti che ci si pone è: ma è banale?? Perchè lo scopo, oltre a quello fondamentale di proporre una ricetta valida e precisa, è anche quello di stupire. Allora si comincia ad inventare una serie di storielle, per cercare di giustificare il piatto. Insomma a me viene il “panico da proposta”. La storiella di oggi, comincia da un profumo di patate e cipolle rosolate (ce l’avete presente? dai che è banale!), che ha richiamato uno ad uno in cucina tutti i membri della famiglia, compresa mia suocera che abita accanto. I tuberi destinati alla cena, si sono trasformati in merenda e non hanno conosciuto la ceramica del piatto. E’ stato un modo per incontrarci e mangiare tutti dalla stessa padella. Non sarà stato educativo, ma è stato un momento d’amore. L’avvenimento mi ha fatto riflettere sull’aggettivo banale. Il termine deriva dal latino bannum (legge), quindi si riferisce a qualcosa che è stato stabilito e che è diventato modo di fare, costume. Se da un lato, socialmente parlando, la banalità potrebbe diventare, e lo è stato, uno strumento terrificante tendente ad annullare le coscienze e a trasformarci in tanti robot asserviti al male, dall’altro lato se qualcosa è diventata ovvia e scontata, forse è perchè funziona bene, si addice al nostro modo di essere. Il concetto di banalità poi può essere anche qualcosa di soggettivo:  ciò che è banale per noi, può non esserlo per un altra persona. A chi risulta banale chiedo: quando hai mangiato l’ultima volta questo piatto?

Forse mi creo troppi problemi…

Per 4 persone :

  • 800 gr. di patate novelle (secondo mia cugina 1200 gr., ma voi seguite le mie dosi)
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • una decina di pomodorini
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • erbette miste (timo, origano, maggiorana, finocchietto, rosmarino. Fresche sarebbe meglio, io ho usato quelle secche)

Lavare le patate e, senza sbucciarle, porle in una padella con tre cucchiai di olio, una tazza di acqua e sale quanto basta. Portarle quasi a cottura senza farle disfare, aggiungendo altra acqua se necessario (aggiungerne poco alla volta, si deve asciugare), e continuare a cuocerle facendole rosolare.

In un’altra padella  porre la cipolla, tagliata a fettine grossolane, con due cucchiai di olio e una tazzina di acqua. Far stufare e, appena cominciano a soffriggere, aggiungere i pomodorini tagliati a metà. Far rosolare per pochi secondi a fuoco vivace, cercando di non disfare i pomodorini che devono rimanere il più possibile sodi.

Aggiungere le patate nella padella contenente la cipolla e i pomodorini e amalgamare delicatamente. Cospargere di erbette e rosmarino fresco, lasciare insaporire e servire. Sono buoni tiepidi, ma anche freddi.

Buona giornata noiosa e banale!

Annunci

10 thoughts on “Patate novelle alla mediterranea. Banalità.

  1. Si. Ti fai troppi problemi.
    Tu sei una delle poche persone che conosco che quando agisce d’impulso c’azzecca!! Quindi…viva la banalità!!

  2. Il mio cuore si riempie di gioia oggi leggendo il tuo post.
    Quanto amo la banalità. Quanto amo il suo sapore, il suo odore e il suo meraviglioso aspetto rassicurante.
    Il mio blog è incredibilmente banale, almeno quanto la mia vita.
    Che bello è quando una banalità così porta ad incontri di emozioni come il tuo?
    Un bacio

  3. C’è un posto dalle mie parti,in altissima montagna che si chiama “campo di venere” dove si producono delle ottime patate, già immagino che sapore dovranno avere con questa splendida ricetta.

  4. In un blog credo che sia raro trovare qualche ricetta banale, sopratutto se pensi che qualcuno alle primissime armi sta cercando proprio qualcosa di facile e alla propria portata. Inoltre se non me le avessi proposte non avrei ora una gran voglia di farle ehehhe Quindi adesso oltre che avermi fatto venire una grande acquolina mi hai anche dato una bella idea, ergo grazie :-9 Bacioni

  5. metropolitana di Roma, ore 19.40. tua cugina Angela mi mostra la foto delle patate novelle alla mediterranea oltre a farci venire l’acquolina in bocca vista l’ora…mi ha parlato del tuo blog e della tua passione ai fornelli e per la fotografia!complimenti verrò a sbirciare tra le tue ricette. 😉

  6. Altro che banale, questa ricetta è bellissima! Banale secondo me è qualcosa di ‘poco pensato’, scontato e tirato via, il tuo piatto così curato, perfetto e golosissimo è solo.. molto elegante (con una foto così sei MOLTO lontana dalla banalità, secondo me). Bravissima. Ciao

  7. Infatti per me caviale e champagne è banale, essendo all’ordine del giorno, ma capisco che molti potrebbe essere il massimo. Scherzi a parte (visto che manco mi piace lo champagne) io questo abbinamento non l’ho mai assaggiato anche se quando ero a casa di mamma, spesso e volentieri le cose non toccavano ceramica. Ed è una vera goduria. Sai cosa vuol dire? che i sensi non riescono a sopportare la “perdita di tempo” dalla padella al piatto, tanto la pietanza è buona. Foto meravigliosa Iduccia, mi piace un sacchissimo.

Esprimiti pure

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...