Quei gran bei biscotti ai cereali. E cioccolato.

Già immagino le critiche di mia madre. “Ma cosa hai fatto??? E dove li trovo ora i fiocchi d’avena? E le nocciole di Giffoni I.G.P?”.  Non lo so. I primi li ho trovati in un negozio di prodotti biologici e, stranamente, non hanno voluto un rene in cambio. Le altre comodamente in un supermercato. Semplici da realizzare, croccanti, rustici e friabili, bisogna solo rispettare alcuni accorgimenti prima di infornarli e soprattutto usare ingredienti di qualità. Una nocciola scadente, pregiudica il risultato. Consiglio di cambiare frutta secca nel caso in cui non si riesca a trovarne una di buona qualità. Era da tempo che volevo provarli, in rete ne esistono varie versioni. Confusa ho fatto di testa mia.

Per 35 biscotti circa:

  • 100 gr di farina 00
  • 250 gr di fiocchi di avena (non i corn flakes! Potrebbe andare bene anche il muesli, quello che contiene frutta disidratata o cioccolato)
  • 1 uovo intero
  • 80 gr di burro
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 100 gr di zucchero bianco
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 50 gr di cioccolato fondente (oppure uvetta e/o altra frutta disidratata)
  • 50 gr di nocciole tostate e spellate
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di cannella (facoltativa)

Tritare grossolanamente il cioccolato fondente in un mixer e porlo in frigorifero. Tritare grossolanamente anche le nocciole fino ad ottenere la granella.

In un mixer riunire la farina setacciata, i fiocchi di avena, i due tipi di zucchero, il lievito, il sale e mescolare per pochi secondi azionando le lame. Aggiungere il burro freddo a pezzettini, e riavviare il mixer fino ad ottenere un composto tipo sabbia bagnata. Aggiungere l’uovo e lavorarlo, sempre nel mixer, fino ad assorbimento. A questo punto, se il composto non si è ancora amalgamato, aggiungere un cucchiaio di olio alla volta fino a quando il composto non si raccoglie quasi come una palla. Potrebbero bastare anche meno di tre cucchiai di olio. Nel caso contrario, aggiungere uno o due cucchiai di acqua fredda. Trasferire il composto, che risulterà granuloso e umido, in una scodella e aggiungere, mescolando con un cucchiaio, il cioccolato e la granella di nocciole. Aggiungere, se gradita, un pizzico di cannella in polvere.

Se non si possiede un mixer, o si desidera lavorare in silenzio, impastare a mano gli ingredienti secchi con il burro a pezzettini, formando delle briciole e proseguire amalgamando gli altri ingredienti nell’ordine scritto con una forchetta o cucchiaio.

Dividere l’impasto, ripeto granuloso e un pò appiccicoso, in due, e rovesciare ogni metà su di un foglio di carta argentata. Formare con le mani due salsicciotti di circa 5 cm di diametro, manipolando l’impasto il meno possibile. Avvolgerli nella carta, formando una caramella e porli in freezer per 10-15 minuti.

Preriscaldare il forno a 180° statico e ricoprire due teglie grandi (una sarà la leccarda del forno) con la carta da forno.

Trascorso il tempo, i salsicciotti dovrebbero risultare sodi ma comunque facilmente affettabili. Prelevarne uno e l’altro riporlo in frigo. Tagliare delle fettine di poco meno di un centimetro di spessore e porle sulla carta da forno. Le fettine non verrano precise, i pezzettini di cioccolato lo impediranno. Basterà aggiustare la forma, picchiettando con le dita i bordi. Distanziarle di 1-2 cm, perchè si allargheranno un pochino. Porre la teglia in frigo. Ripetere l’operazione con il secondo salsicciotto e far raffreddare anche la seconda teglia di biscotti in frigo.

Infornare la prima teglia a metà altezza e far cuocere per circa 15 minuti, o fino a quando i bordi risulteranno scuri. La cottura dipende sempre da forno a forno. Se i biscotti dovessero scurirsi troppo prima dei 10 minuti, abbassare il forno fino a 170°. Io ho preferito quelli ben cotti, li ho trovati più croccanti, non duri! Estrarre dal forno e far raffreddare su una gratella. Infornare la seconda teglia.

Una volta freddi porli in un contenitore ermetico. Si conservano bene per più giorni.

Annunci

15 pensieri riguardo “Quei gran bei biscotti ai cereali. E cioccolato.

  1. ciao tesoro:* dopo qualche giorno di vacanza sono tornata:* Non c’è che dire…. GRAN bel risultato!.. quei biscotti li adoro.. sono perfetti per colazione e per merenda come spuntino da tenere in borsa .. spalmati, inzuppati.. annoterò i consigli preziosi sulle nocciole! in effetti si, i prodotti di qualità fanno la differenza eccome!:*

  2. Che magnifici biscotti! Anche io ho cercato una ricetta in rete , ma nessuna mi convinceva..i tuoi hanno un aspetto…perfetto!
    Li proverò, intanto mi faccio un giretto tra le tue ricette, le foto dicono che son tutte deliziose!
    A presto , Sandra

  3. No Ida, io lo so che se li faccio non importa che li chiuda in un contenitore ermetico: non durano più di due ore in casa mia … sembrano davvero croccanti e buoni!

  4. Che biscotti…. oltre al sapore immagino la consistenza data dai ficchi di avena, dalle nocciole che si aggiungono al sapore imperdibile del cioccolato. Chissà che buoni

  5. Ciao Ida! Che delizia i tuoi biscotti… devono essere davvero buoni. Altro che Mulino Bianco! 😀 Questa è una vera e propria bontà fatta in casa!!! Mi appunto la tua ricettina. A presto, Sonia 🙂

  6. Ciao Ida, che bello leggere questa deliziosa ricetta !! Ho letto tutte le ricette e adoro le tue presentazioni!
    Peccato che i fiocchi d’avena che avevo comprato prima dell’estate hanno rivelato al loro interno un intruso…Li ho dovuti buttare… 😦 che peccato! Se dovessi ricomprarli (costicchiano un po’ al supermercato) terrò a mente la tua ricettina! 🙂

  7. ingredienti facilissimi da reperire,c’è un negozietto dietro l’angolo di casa mia che ha deli ottimi fiocchi, complimenti per la ricetta

  8. Per me sono tutti facili ingredienti da reperire. Qui l’avena la consumo abitualmente e mi piace pure un sacco. Questi biscottoni così rustici devono essere squisiti per colazione, potrei proporli al mio Massi 🙂 Bacioni!

  9. Quresti sono miei proprio oggi..ho una scatola di Muesli che staziona in credenza da un po’ e cercavo proprio una ricetta simile per farli fuori!!..Grazie e complimenti sono proprio belli e sicuramente buoni!!

    1. Grazie Morena! Sono molto contenta che sei passata di qui. Ti seguo su fb e ti ammiro molto. Sono soddisfatta anche di questa ricetta, penso di aver trovato le giuste proporzioni di questi versatili biscotti. Grazie ancora e a presto!

  10. Mi esprimo: devono essere buonissimi. Ho letto attentamente il procedimento . Nessun problema a trovare gli ingredienti e nessun problema a lavorare in silenzio senza rumoracci di impastatrice (parla l’invidia) ma so già che mi si smonteranno i biscotti al momento del taglio. Lo so perchè è scritto nel mio destino. A me i biscottini rustici mi piacciono tantissimo, i tuoi li metti in lista per quando vengo a trovarti. Bella idea Ida. Ti abbraccio.

    1. AHAHAHA! Monique…ora ho collegato il tuo “mi espimo”!!!!! Io sto qui ad aspettarti con pacchi e pacchi di biscotti!!!! Tu portami la farina per trecce e quella liquida!!!!

I commenti sono chiusi.