Torta di carote (senza mandorle) soffice, leggera e facilissima. L’ortaggio felice.

Finalmente normalità. Ebbene si, sono quel tipo di persona che ama la vita di tutti i giorni. Nei periodi di festa mi muovo impacciata come un orso sorridente. L’effetto non può che essere spaventosamente ridicolo. Me ne accorgo, e a testa bassa, accompagnata dal senso di sconfitta sociale, mi avvio a passi pesanti verso il mio solitario bosco. Lasciando alle spalle le luci, i brindisi e i baci reciproci. Esplosa la bolla dei nuovi propositi per l’anno nuovo, riposta la calza della Befana da riciclare l’anno prossimo, serena rientro nella mia confortante tana dei giorni feriali. Sarà anche che il Natale in una città che non è la mia lo avverto di plastica.

Le carote sono un pò come i giorni comuni, buone a fare il brodo, indispensabili in alcuni soffritti. Raramente sono attrici protagoniste sulle nostre tavole. Sempre presenti però nei nostri frigoriferi. Non pretendono nulla, sono modeste, sanno stare al loro posto. Ispirano serenità. Comincio dunque il mio periodo dei giorni pallidi festeggiando con una torta comune, fatta con un ortaggio comune e finalmente felice di non essere solo sbollentato o soffritto. Riprese le mie abitudini, spontaneamente e senza obblighi di calendario, vi auguro di trascorre ogni giorno dell’anno festeggiando la vita.

Per una teglia di 24 cm di diametro:

  • 250 gr di farina 00
  • 160 gr di carote (circa due medie)
  • 165 gr di zucchero
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 60 gr di latte intero a temperatura ambiente
  • 30 gr di olio di semi (mais, girasole)
  • la scorza grattugiata di un’arancia
  • 1 bustina di lievito per dolci vanigliato

Il procedimento è molto semplice. Non c’è bisogno di montare albumi a neve o incorporare la farina delicatamente. La torta è lievitata molto ed è risultata molto soffice.

Preriscaldare il forno a 170° (io ventilato).

Dopo aver pelato e lavato le carote, triturarle in un mixer insieme allo zucchero, le uova, un pizzico di sale e la scorza grattugiata dell’arancia. Aggiungere, senza spegnere il mixer, nell’ordine, il latte, l’olio e la farina, setacciata più volte insieme al lievito, a cucchiaiate. Far amalgamare il tutto per qualche altro secondo, spegnere il mixer e versare nella teglia imburrata e infarinata. Infornare nella parte medio bassa del forno e far cuocere per mezz’ora circa o fino a quando sarà ben dorata e lievitata. Spegnere e lasciar raffreddare per qualche minuto nel forno socchiuso. Sformare la torta e lasciar raffreddare su una gratella.

Se non si possiede un mixer o un frullatore, una volta grattugiate le carote, è possibile usare le fruste elettriche o un semplice cucchiaio di legno.

E’un dolce adatto alla colazione o alla merenda. Per renderlo ancora più leggero si può diminuire il quantitativo di zucchero a 150 gr e usare il latte parzialmente scremato. La ricetta originale proviene da questo forum. Leggermente riadattata secondo i miei gusti.

Se avete poi bisogno di un cake topper per la vostra torta, vi invito a visitare il mio negozio on line “Lady Topper“. Troverete una Ida Briciole in cucina in versione zuccherosa!

Sereno 2013!

Annunci